Tutela Legale Microimpresa

Comitas - Coordinamento Microimprese per la Tutela e lo Sviluppo

in collaborazione con

ANNULLAMENTO DELL’ACQUISTO DI AZIONI BANCARIE “NON NEGOZIABILI”

La sottoscrizione di Azioni di banche tipo quelle della Banca Popolare di Vicenza, avvenuta su sollecitazione dei funzionari della medesima Banca nelle more delle stipula dei un mutuo e/o di un fido può consentire il recupero delle somme investite.

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, ha irrogato, appunto, alla Banca Popolare di Vicenza una maximulta da 4,5 milioni di euro, avendo riscontrato, dopo indagini tra gli anni 2013-2015, che l’erogazione di finanziamenti è sta condizionata all’acquisto di proprie azioni ed obbligazioni.

La libertà di scelta degli investitori è stata coartata verso operazioni che non avrebbero altrimenti fatto. Inoltre si tratta di titoli non negoziabili in quanto la Banca Popolare di Vicenza non era quotata e perché potevano essere disinvestiti per fare eventuali agevolazioni accordate (ancorché illusorie).

Pertanto può essere contestata la validità del contratto di acquisto delle azioni della Banca Polare di Vicenza di cui si chiede l‘annullamento in quanto sottoscritte per effetto di artifizi e raggiri posti in essere al fine di indurre in errore. Questo significa che può essere richiesta la restituzione totale del capitale inizialmente investito nell’acquisto delle suddette azioni. COMITAS ASSISTE GLI INTERESSATI AL PERFEZIONAMENTO DELLE PRATICHE

I nostri uffici rimarranno chiusi dal 7 al 29 agosto

Menu Title