Tutela Legale Microimpresa

Comitas - Coordinamento Microimprese per la Tutela e lo Sviluppo

in collaborazione con

CRISI: CRIBIS D&B, 2 IMPRESE SU 3 NON RISPETTANO SCADENZE PAGAMENTI

Molto eterogeneo l’andamento dei vari settori, secondo l’analisi condotta da Cribis d&b. Il comparto dei servizi finanziari è quello che gode di miglior salute con una quota del 48,5% di performance virtuose, a fronte di un 10,4% di ritardi gravi. Bene anche i servizi (40,8% di imprese puntuali). Preoccupano le difficoltà del commercio al dettaglio, che rischiano di condizionare l’andamento di tutte le filiere produttive a monte. Appena un quarto (25,4%) delle imprese appartenenti al comparto è puntuale, a fronte di un altro quarto (24,6%) di ritardatari gravi. In questo settore si registra inoltre una crescita del 232,4% dei cattivi pagatori rispetto al 2010. Andamento negativo anche per il settore edile, che ha visto crescere i ritardi gravi del 178% negli ultimi 5 anni. L’analisi dei pagamenti per dimensione aziendale sfata alcuni luoghi comuni: le imprese più affidabili dal punto di vista commerciale sono le microrealtà, con una concentrazione del 37,4% nella classe di pagamento alla scadenza. Parallelamente, però, le piccolissime ditte sono anche quelle che presentano il maggior numero di pagamenti con oltre un mese di ritardo (17,4%) con un peggioramento del 200% rispetto al 2010. Andamento opposto per le grandi imprese, virtuose solo nel 16,1% dei casi ma in grave ritardo in una percentuale pari alla metà (8,4%). Situazione intermedia per le Pmi, che registrano percentuali di ritardi gravi pari al 10,1%, mentre i pagamenti regolari si attestano al 35,6%.

Fonte: AdnKronos

I nostri uffici rimarranno chiusi dal 7 al 29 agosto

Menu Title