Tutela Legale Microimpresa

Comitas - Coordinamento Microimprese per la Tutela e lo Sviluppo

in collaborazione con

ADDEBITO D’INTERESSI A CHI PAGA IN RITARDO

AL DEBITORE RITARDATARIO/MOROSO

data____________________

OGGETTO: interessi di mora a Vs debito

facciamo riferimento alla fattura n______ del_______ emessa dalla Ns associata _________________, via _________________, Partita IVA _________________,
per la fornitura di beni/servizi _______________________________,
come da VS ordine/incarico del ________________________.
Il TOTALE DA PAGARE ammonta a € _______________.
Come da accordi la fattura avrebbe dovuto essere pagata a ______________ giorni con rimessa a mezzo bonifico bancario: IBAN _______________________.
A tutt’oggi non è stato rimesso il bonifico suddetto.
Ai sensi dell’art. 5, comma 2 del Decreto Legislativo 9.10.2002 n. 231, dovrete corrispondere, in supplemento, l’interesse dell’ –% (Ministero dell’Economia e delle Finanze, Gazzetta Ufficiale n. 199 del 28/08/2009: 2,50% per il periodo 1.1.2009/30.6.2009; 1,00% per il periodo 1.7.2009/31.12.2009) maggiorato del 9% trattandosi di fornitura di prodotti alimentari deteriorabili (del 7% trattandosi di fornitura di prodotti alimentari non deteriorabili).
Per ogni mese di ritardato pagamento la somma dovuta in eccedenza è quindi pari a € ___________, per giorno € ___________.
Ad oggi, pertanto, la somma dovuta, maggiorata degli interessi maturati per il ritardato pagamento calcolato come sopra, ammonta a € ___________.
Queste disposizioni si applicano ai corrispettivi in una transazione commerciale tra imprese o tra queste e la pubblica amministrazione, compresi gli appalti di forniture o di servizi; la fattura in oggetto infatti non riguarda contratti di appalto di lavori pubblici, che hanno una disciplina specifica.
Teniamo comunque a ribadire che:
– trattandosi di adempimento che ha applicazione automatica degli interessi in caso di ritardo nel pagamento del corrispettivo, non è necessaria la messa in mora;
– non ci avete comunicato l’eventuale motivo che ha causato il ritardo;
– la fattura è stata spedita e ci risulta regolarmente pervenuta;
– in ogni caso si fa riferimento alla data della fornitura di beni/prestazione dei servizi, anteriore alla emissione delle fattura e comunque certa e verificabile.

Tanto dovevamo per Vs opportuna memoria

firmato

avv._______________________

di COMITAS

I nostri uffici rimarranno chiusi dal 7 al 29 agosto

Menu Title