Tutela Legale Microimpresa

Comitas - Coordinamento Microimprese per la Tutela e lo Sviluppo

in collaborazione con

NANISMO FINANZIARIO ITALIANO

Abbiamo più volte sottolineato che circa il 40% del credito disponibile è assorbito dalle prime 150 imprese italiane. Le prime cinquanta grandi aziende (o gruppi) in crisi hanno generato oltre la metà dei crediti deteriorati. Bastano questi due dati per evidenziare la debolezza del nostro capitalismo e della finanza che lo ha sostenuto.
Lo chiamano capitalismo familiare relazionale raccolto nel “salotto buono” di Mediobanca, capace si “operazioni di sistema” che poco hanno a che vedere con la correttezza e la trasparenza verso i piccoli risparmiatori.
Quindi un capitalismo nano, clientelare e corrotto, imprigionato in conflitti d’interesse gestiti da uomini presenti in controparti di ogni tipo, che ha organizzato una generosa spoliazione di ricchezza a favore dei soliti noti, in danno dei piccoli risparmiatori e dell’intero sistema produttivo, che ha creato un’immagine pessima della nostra Borsa, ignorata dai grandi investitori.
Neanche gli italiani ormai credono molto alla nostra Borsa visti i cospicui investimenti in titoli esteri; investimenti che danno la beffarda capacità alle imprese finanziate con i soldi italiani di acquistare imprese italiane e svuotarle. Come sempre arriva la magistratura a scoprire, con i suoi tempi lunghi, le nefandezze, mentre le Authority, tipo Consob e Isvap, si trastullavano nei loro lauti stipendi. L’Italia non attrae investimenti anche, forse per questo…e i responsabili stanno ancora tutti (o quasi) al loro posto.

I nostri uffici rimarranno chiusi dal 7 al 29 agosto

Menu Title