Tutela Legale Microimpresa

Comitas - Coordinamento Microimprese per la Tutela e lo Sviluppo

in collaborazione con

SI CHIAMA “BAIL IN”, SI TRADUCE “FAVORE ALLE BANCHE”.

In pratica se una banca fallisce pagano i danneggiati! Quindi attenzione a sottoscrivere azioni e/o obbligazioni bancarie, oppure a tenere sul conto corrente più di 100.000 euro. Infatti se una banca fallisce vengono azzerate le azioni, le obbligazioni detenute e, se non basta, l’eccedenza dei depositi oltre 100.000 euro.

Si chiama “salvataggio interno”, si traduce “cornuto e mazziato!” Sarà una legge europea a cui abbiamo dovuto sottostare! Resta il principio che se è una banca a fallisce ha uno scudo privilegiato, i fondi di chi si è fidato di lei. Se una microimpresa fallisce hai chiuso per sempre. Ancora più grave il fatto che qualora il capitale non basti a coprire le perdite, il ricorso alle obbligazioni ed ai conti correnti serve a salvare la banca (non a chiuderla), così da tenere in piedi chi ha causato il “bail in” .

Quali garanzie hanno allora i risparmiatori a rischio? Hanno la possibilità di controllare  la realtà della situazione della banca, magari con un posto nel Consiglio di Amministrazione o Sorveglianza? Possono intervenire in tempo? Insieme a loro paga qualcuno della Consob o della Banca d’Italia preposte ai controlli?

Continua lo schiacciamento dei piccoli a favore dei grandi, questo è certo ormai!

I nostri uffici rimarranno chiusi dal 7 al 29 agosto

Menu Title