Tutela Legale Microimpresa

Comitas - Coordinamento Microimprese per la Tutela e lo Sviluppo

in collaborazione con

STRETTA ALLE BUFALE SOCIAL

Meglio tardi che mai! Dure sanzioni per i social network che non collaborano attivamente alla rimozione dei contenuti illegali. Ogni attività che possa procurare danni ai consumatori-lettori deve essere contrastata e rimossa dai social, per legge. Non solo diffamazioni e calunnie, anche notizie false che hanno effetto commerciale come esaltazioni infondate, abbonamenti ingannevoli e le finte promozioni. Gli operatori di social media hanno un mese di tempo per presentare soluzioni che consentano loro di conformarsi alle norme dell’UE per la tutela dei consumatori e far fronte con attenzione e puntualità al crescente numero di reclami da parte di vittime di frodi o truffe durante la consultazione di siti di social media.
Anche i singoli Stati, come ad esempio la Germania, hanno avviato l’iter legislativo che prevede fino a 50 milioni di euro di multa contro le fake news e la diffusione dell’odio sui social network.
In pratica deve essere evidente una procedura prontamente identificabile, accessibile e sempre disponibile per la segnalazione dei contenuti illegali, con tempi stretti di verifica e rimozione di post, immagini e video che violano la legge in maniera palese entro 24 ore, informando sempre in maniera trasparente gli autori delle segnalazioni. C’è infine l’obbligo di redigere una relazione pubblica trimestrale che riporti il numero di richieste ricevute, i metodi utilizzati per trattare le segnalazioni e una valutazione sulla professionalità dei team impegnati nella moderazione dei contenuti.

I nostri uffici rimarranno chiusi dal 7 al 29 agosto

Menu Title