Tutela Legale Microimpresa

Comitas - Coordinamento Microimprese per la Tutela e lo Sviluppo

in collaborazione con

UN ESEMPIO POSITIVO DI COLLABORAZIONE PUBBLICO-PRIVATO

L’area archeologica dello Stadio di Domiziano (oggi piazza Navona) è stata per anni chiusa al pubblico, con il lucernario che cadeva a pezzi, le infiltrazioni, i paramenti murari incrostati da erbacce e smog, una discarica di immondizia, anche una latrina. Sotto gli occhi di milioni di turisti.

Un luogo comunque importante perché dopo secolari superfetazioni è oggi piazza Navona, perché rappresenta il primo stadio monumentale dedicato all’atletica e, quindi, la radice dello sport moderno; tutti i “giochi” praticati altrove (Circo massimo e Colosseo) oggi non si esistono più.

Per salvare il monumento e riconsegnarlo al pubblico godimento, in assenza di risorse economiche, si pensò ad una fattispecie innovativa “la concessione d’uso” ad un privato che provvedesse non solo a restaurarlo e recuperarlo ma che s’impegnasse anche a valorizzarlo con una gestione controllata, provvedendo con mezzi propri alla copertura finanziaria.

Una strada innovativa, mai percorsa prima, di esemplare lungimiranza e concretezza. Il risultato positivo maturato dal concessionario MKT121 srl, riconosciuto da tutti, è oggi la prova che i privati sono una risorsa disponibile; è stata aperta una strada, i privati possono investire nei beni culturali.

L’esperienza ha dimostrato che occorre puntualizzare un percorso più semplice e accessibile. Non si possono presentare documenti e subire controlli da nove istituzioni che non dialogano fra loro e che, addirittura, talvolta si contraddicono. Il privato investe volentieri se trova un’accoglienza positiva, costruttiva, trasparente e non arbitraria. Vanno chiarite le logiche e le procedure che regolino, insieme al rigore per la tutela e la conservazione, la sostenibilità della fruizione e della valorizzazione, in un rapporto pubblico-privato “equo e solidale”, win-win. L’iniziativa è stata sostenuta da COMITAS.

I nostri uffici rimarranno chiusi dal 7 al 29 agosto

Menu Title