Tutela Legale Microimpresa

Comitas - Coordinamento Microimprese per la Tutela e lo Sviluppo

in collaborazione con

UN VERGOGNOSO SPROPOSITO

I compensi distribuiti nel 2004 ai 25 top manager dei fondi hedge, quelli che speculano alle spalle di chi produce, totalizzano 11,62 miliardi di dollari, 27.500 volte il salario annuo del presidente degli Stati Uniti, 352mila volte lo stipendio medio degli italiani. Con i compensi annui dei 25 super ricchi degli hedge, che superano allegramente il Pil di una nazione come Malta, si potrebbe ricostruire più di cinque volte il Nepal distrutto dal terremoto.
I fondi speculativi servono solo a chi li fa, organizzati in una congrega dal sapore mafioso; hanno l’obiettivo di produrre rendimenti costanti nel tempo, con una bassa correlazione rispetto ai mercati di riferimento, tramite investimenti singolarmente ad alto rischio finanziario, ma con possibilità di ritorni molto fruttuosi: suddividendo infatti i rischi in una pluralità di operazioni, un’operazione “andata bene” può bilanciare diverse operazioni senza ritorno.
Sono contraddistinti dal numero ristretto di soci partecipanti e dall’elevato investimento minimo richiesto. Sono soggetti a una normativa che, per quanto riguarda la prudenza, è più limitata rispetto a quella che vincola gli altri operatori finanziari.
Insomma si tratta di fondi che non sono un convenzionale fondo d’investimento; in altri termini qualsiasi fondo che utilizzi una strategia o una serie di strategie diverse dal semplice acquisto di obbligazioni, azioni (fondi comuni d’investimento a capitale variabile – mutual funds) e titoli di credito (money market funds) e il cui scopo è il raggiungimento di un rendimento assoluto e non in relazione ad un benchmark.
La parola “hedge” significa letteralmente “coperto”, cioè copre operazioni inutili all’economia che crea valore!

I nostri uffici rimarranno chiusi dal 7 al 29 agosto

Menu Title