Tutela Legale Microimpresa

Comitas - Coordinamento Microimprese per la Tutela e lo Sviluppo

in collaborazione con

UNA IPOTESI CHE GRIDA VENDETTA

Un altro biscottino elettorale, propagandistico? Con un emendamento alla legge di Stabilità saranno stornati 100 milioni dal Fondo interbancario di tutela dei depositi (Fitd) per creare il Fondo di Solidarietà con cui risarcire una parte dei truffati dalle quattro “banche canaglia”. Niente soldi pubblici ma soldi delle banche già esistenti che verranno sottratti, indebolendolo, l’esistente fondo di garanzia; la fanno franca tutti i responsabili e viene salvata una parte (scelti caso per caso…cioè in anni!) dei 10.500 truffati, danneggiati.

Sarà così una cerchia più ristretta a pagare per tutti.

Una delle entità responsabili per la mancata vigilanza, forse la più colpevole, la Consob, si era proposta per l’incarico di selezionare i risparmiatori aventi diritto; ora invece ci pensa Renzi a nominare chi dovrà selezionare “i più poveracci, i più truffati”.

Insomma la Consob, che non è stata capace di verificare “l’indigenza delle banche”, avrebbe voluto essere abilitata e premiata a valutare l’indigenza dei risparmiatori truffati per avere diritto a possibili indennizzi.

Una ridicola beffa, una presa in giro!

Meno male un vagito di buon senso ha prevalso in questa sporca vicenda, così il compito verrà affidato al altri…nei tempi biblici di sempre. Infatti  i criteri della procedura verranno affidati ad un decreto del Mef e la nomina degli ”arbitri” ad un decreto della Presidenza del Consiglio.

Nessuna parola sull’accertamento delle responsabilità per aver ignorato gli obblighi di informazione, diligenza, correttezza e trasparenza nel collocamento delle obbligazioni subordinate.

I nostri uffici rimarranno chiusi dal 7 al 29 agosto

Menu Title