Tutela Legale Microimpresa

Comitas - Coordinamento Microimprese per la Tutela e lo Sviluppo

in collaborazione con

IL VALORE DELL’ETICHETTA ALIMENTARE E COSMETICA

Il consumatore sa bene quanto sia importante leggere l’etichetta che contraddistingue un prodotto ma solo un quinto di che fa la spesa la legge con attenzione, determinando l’acquisto in conseguenza di una valutazione positiva.
In ordine le informazioni considerate importanti sono: la scadenza, gli ingredienti, la provenienza, additivi chimici, le modalità di conservazione; comunque fondamentale è la fiducia nell’Azienda produttrice e il controllo esercitato sull’intera filiera di produzione.
Emerge anche il valore della componente “sociale” della filiera, cioè il rispetto delle regole del lavoro dell’ambiente e della legalità, ad ampio raggio, da parte del produttore.
Sempre maggiore importanza sta assumendo, inoltre,  “l’italianità” dei prodotti, cioè non solo il luogo di produzione ma anche gli ingredienti e la filiera. La stagionalità e la territorialità, compreso il Km0, sono importanti ma non tanti la condividono in pieno, mentre “il biologico” raccoglie maggiore attenzione.
Resta evidente che il consumatore da crescente attenzione alla qualità, freschezza e naturalezza dei prodotti agroalimentari, volendo anche spendere in più per acquistarli.
Ugualmente è nota l’importanza delle denominazioni certificate (D.O.P., D.O.C.,I.G.T., D.O.C.G.) ma ben pochi conoscono la differenza e lo specifico significato. L’Italia detiene, con oltre il venti per cento, il primato europeo dei prodotti agroalimentari a denominazione certificata.
Più ampia e discrezionale nelle interpretazioni è la maglia normativa dei cosmetici. Solo una lettura attenta e competente, più attenta e competente dei prodotti alimentari, tutela il consumatore; sono praticamente infiniti i componenti chimici e le combinazioni che rendono un prodotto peggiore o poco sicuro, se non pericoloso.

I nostri uffici rimarranno chiusi dal 7 al 29 agosto

Menu Title