Tutela Legale Microimpresa

Comitas - Coordinamento Microimprese per la Tutela e lo Sviluppo

in collaborazione con

  • UN ESEMPIO POSITIVO DI COLLABORAZIONE PUBBLICO-PRIVATO

    L’area archeologica dello Stadio di Domiziano (oggi piazza Navona) è stata per anni chiusa al pubblico, con il lucernario che cadeva a pezzi, le infiltrazioni, i paramenti murari incrostati da erbacce e smog, una discarica di immondizia, anche una latrina. Sotto gli occhi di milioni di turisti. Un luogo comunque importante perché dopo secolari superfetazioni […]

  • RECENSIONI E NOTIZIE FALSE, CANCRO DELLA COMUNICAZIONE CULTURALE

    Il principale cancro della comunicazione culturale e del connesso turismo è il montante fenomeno delle recensioni false, le opinioni online su ristoranti e alberghi, eventi e luoghi artistici, servizi in genere. Siamo nel campo delle estorsioni, vittime di pacchetti promozionali a pagamento per avere commenti positivi o pacchetti suggeriti, larvatamente minacciati, per evitare diffamazioni o […]

  • LA CRESCITA TURISTICA MANCATA

    Venti anni fa l’Italia era prima al mondo per numero di turisti. Oggi siamo quinti, quasi sesti. Perché? Perché nel secondo dopoguerra tutti pensavano alla ricostruzione e all’industria manifatturiera; l’Italia con le sue doti naturali non poteva che avere il primato. Poi i servizi in genere, in particolare quelli del turismo, nell’economia moderna si sono […]

  • LA BASE PER LA VALORIZZAZIONE DELL’ACCOGLIENZA

    Per l’Italia in generale e per gli Enti Locali in particolare dovrebbe essere prioritario l’impegno a potenziare la valorizzazione sinergica dei beni e delle attività culturali con il turismo in ogni angolo nazionale; questa la via maestra “per far respirare il territorio” e dotarla di una forza vincente per competere nell’accoglienza e nella soddisfazione dei […]

  • LIMITI E DISTORSIONI DEL SISTEMA TRIBUTARIO ITALIANO

    Il “cuneo fiscale” in Italia è maggiore del 10% della media europea, in pratica circa il 50% delle retribuzioni è assorbito da contributi e di imposte. La situazione è ancora peggiore per le imprese laddove  il total tax rate, cioè l’insieme di quanto va alla Pubblica Amministrazione per oneri societari, contributivi, per tasse e imposte indirette, […]

  • A PROPOSITO DEL RAPPORTO 2017 SULLA FINANZA PUBBLICA

    Secondo la Corte dei Conti la recessione comincia a cedere il passo alla ripresa: “Nonostante le incertezze iniziali, l’andamento dell’economia italiana sembra aver segnato un’inversione di marcia verso un’espansione meno fragile e più qualitativa”. Tutto questo nonostante rimangano irrisolti i problemi che da sempre gravano sul sistema produttivo: burocrazia asfissiante, credito restrittivo, assenza di programmazione […]

  • UNA SENTENZA DOPO LA CONDANNA ANTITRUST PER LA BPV

    Costretti a diventare soci per ottenere mutuo agevolato: maximulta da 4,5 milioni per BANCA POPOLARE DI VICENZA. L’Antitrust ha rilevato che le condotte della Banca Popolare di Vicenza hanno limitato considerevolmente la libertà di scelta dei consumatori in relazione ai prodotti di finanziamento, inducendoli ad assumere una decisione commerciale che non avrebbero altrimenti preso: ovvero, […]

  • VINTA LA PRIMA CAUSA CONTRO LA BANCA POPOLARE DI VICENZA

    È possibile recuperare in fretta una buona parte di quanto investito nelle azioni “scamuffe” vendute con veri e propri raggiri. Attenzione, non cedere alla proposta di transazione in corso, si apre una fase nuova molto incoraggiante! La prima condanna l’ha ottenuta l’avvocato Emanuela Bellini del Foro di Verona (ADUSBEF): “Il Giudice unico del Tribunale di […]

  • CAMBIANO I PILASTRI DELLA FEDELTÀ

    Il prezzo e la qualità non sono più la forza esclusiva per la conquista e la difesa del cliente. Oggi scopriamo che tre sono i nuovi pilastri della motivazione all’acquisto: la personalizzazione dell’esperienza di consumo il rispetto della privacy la sostenibilità del comportamento aziendale Su questi tre pilastri occorre costruire l’innovazione delle strategie di marketing. […]

  • TRA FISCO E FISCALISTI PERDE IL CONTRIBUENTE

    A seguito dell’ulteriore aggravio burocratico imposto nella gestione delle pratiche fiscali i commercialisti avevano proclamato uno sciopero. Un evento straordinario che faceva sperare in un ripensamento; mai uno sciopero del genere era stato proclamato, significando che il vaso era colmo. Si trattava infatti dell’ennesima prova che a parole si vogliono semplificare gli adempimenti mentre nei […]

I nostri uffici rimarranno chiusi dal 7 al 29 agosto

Menu Title