Tutela Legale Microimpresa

Comitas - Coordinamento Microimprese per la Tutela e lo Sviluppo

in collaborazione con

  • LA SPECULAZIONE SULLA BENZINA

    La buona notizia che il prezzo del petrolio sia sceso al livello di quello di otto anni è accompagnata dalla magra consolazione che invece la benzina costa ancora oltre il trenta per cento in più! Il Governo strombazza una costante riduzione fiscale e poi scopriamo che buona parte di questo aumento dipende proprio del fisco […]

  • LA SPECULAZIONE SULL’OLIO DI OLIVA

    Non bastava lo scandalo sul falso olio extra vergine! Un ulteriore capitolo sulle smagliature che potrebbero consentire altri danni al mercato lo ha aperto proprio il Governo che “sta dormendo” sul decreto legislativo in esame al Parlamento, che vorrebbe declassificare la frode nel commercio di olio a semplice sanzione amministrativa; cioè il reato di frode […]

  • LA SPECULAZIONE SUL LATTE

    Quando il potere contrattuale cade in mano a monopolisti i piccoli pagano troppo, o meglio, incassano troppo poco. Il caso del latte è simbolico, eclatante. Gli allevatori hanno diritto ad un giusto corrispettivo. I marchi italiani devono utilizzare latte italiano perché i loro prodotti godono del nome e devono avere un contenuto coerente con le […]

  • SCANDALO “DIESELGATE”: L’INIZIATIVA DI COMITAS IN FAVORE DEI PROPRIETARI DI AUTO VOLKSWAGEN E DEGLI AZIONISTI

    L’Associazione interviene su tutti i fronti nel caso-emissioni che ha travolto il gruppo Volkswagen I FATTI. La più grande azienda tedesca, il leader mondiale nel mercato automobilistico, il marchio simbolo dell’affidabilità germanica, ha confessato: Volkswagen ha falsato la misurazione delle emissioni dei veicoli diesel, aggirando i controlli. Le accuse mosse – inizialmente – dall’agenzia federale […]

  • SCOPRI SE SEI VITTIMA DI ABUSI CONTRATTUALI DELLE BANCHE, E AGISCI CON IL COMITAS!

    Chiunque abbia stipulato con la banca un contratto di finanziamento, mutuo, conto corrente, leasing e vuole scoprire se è affetto da vizi e irregolarità per recuperare i soldi indebitamente trattenuti dall’istituto, può aderire all’iniziativa dell’Associazione I FATTI. Indeterminatezza, derivati impliciti, illeceità della commissione di massimo scoperto, anatocismo, usura: le patologie contrattuali che infettano il sistema […]

  • QUESTIONI OSCURE SUL RISPARMIO “EVAPORATO”

    Dieci domande per capire come i propri risparmi, investiti in azioni e obbligazioni, si siano dissolti in un batter d’occhio. Le vittime del decreto Salva banche, con l’aiuto di tecnici ed esperti in economia e finanza, scrivono alla Banca d’Italia e chiedono risposte chiare. Sotto accusa c’è il decreto Salva Banche, il provvedimento con cui il governo […]

  • UN’ALTRA PROMESSA VAGA E CIECA

    Il Governo ritiene che sia possibile definire un intervento compatibile con la disciplina europea degli aiuti di Stato…. visto che non si può escludere che le quattro “banche canaglia” “abbiano venduto obbligazioni subordinate a persone che presentavano un profilo di rischio incompatibile con la natura di questi titoli di investimento ma questo è quanto andrebbe […]

  • UNA IPOTESI CHE GRIDA VENDETTA

    Un altro biscottino elettorale, propagandistico? Con un emendamento alla legge di Stabilità saranno stornati 100 milioni dal Fondo interbancario di tutela dei depositi (Fitd) per creare il Fondo di Solidarietà con cui risarcire una parte dei truffati dalle quattro “banche canaglia”. Niente soldi pubblici ma soldi delle banche già esistenti che verranno sottratti, indebolendolo, l’esistente […]

  • L’OTTIMISMO CRUDELE DEL GOVERNO

    Secondo il Governo il decreto con cui sono stati polverizzati i risparmi di migliaia di persone «ha messo al sicuro i risparmi di circa 1 milione di correntisti e obbligazionisti per un controvalore di circa 12 miliardi di euro……consente la continuazione delle attività delle vecchie banche in capo a nuove entità e impegna risorse finanziarie […]

  • LA FARANNO FRANCA ANCHE QUESTA VOLTA?

    Il sistema bancario italiano non ha bisogno di una ulteriore perdita di reputazione così come la Banca d’Italia, la Consob e l’ABI non possono permettersi altri dubbi sulla loro credibilità. Il fallimento di attività economiche penalizza tutti sullo stesso piano, salvo “prededuzioni” previste dalla legge. Per una banca non può essere automaticamente la stessa cosa, perché […]

I nostri uffici rimarranno chiusi dal 7 al 29 agosto

Menu Title