Tutela Legale Microimpresa

Comitas - Coordinamento Microimprese per la Tutela e lo Sviluppo

in collaborazione con

BANKITALIA: A MARZO PIU’ FORTE CALO PRESTITI, PER IMPRESE -2,8%

COMITAS (MICROIMPRESE): BANCHE APRANO CORDONI DELLA BORSA. 250MILA IMPRESE ATTUALMENTE FERME PER SCARSA LIQUIDITA’

I dati diffusi oggi da Bankitalia testimoniano un peggioramento sul fronte dei prestiti concessi dalle banche alle aziende, che a marzo registrano un ulteriore calo del 2,8%. Ma la situazione, se circoscritta alle sole microimprese italiane, appare ancor più tragica, con prestiti diminuiti di quasi il 10% in un solo anno – afferma Comitas, l’associazione delle piccole e microimprese italiane – Tale stato di cose porta oggi circa 250mila piccole aziende alla paralisi, ossia ad uno stato di inattività dovuta principalmente alla mancanza di liquidità, perché le banche non danno più credito e, quando lo danno, i tassi di interesse per le microimprese sono proibitivi. Di fronte a questo scenario, l’Italia perde competitività rispetto ad altri paesi, come dimostra l’analisi diffusa oggi da Cer-Rete Imprese Italia, e vengono bruciati migliaia di posti di lavoro.

Il rilancio della nostra economia può avvenire solo se le banche aprono i cordoni della borsa, o se qualcuno le obbliga a farlo – prosegue Comitas – e se lo Stato si deciderà finalmente a ridurre la pressione fiscale a carico delle microimprese. Le sorti di 250mila attività a rischio chiusura nei prossimi 12-24 mesi dipende solo da questo semplice binomio: più credito e meno tasse.

I nostri uffici rimarranno chiusi dal 7 al 29 agosto

Menu Title