Tutela Legale Microimpresa

Comitas - Coordinamento Microimprese per la Tutela e lo Sviluppo

in collaborazione con

MONTE ARGENTARIO: ECCO LA LETTERA DELLO STUDIO RIENZI AI SOCI DELLA MARINA DI CALA GALERA E AI TITOLARI DI ESERCIZI COMMERCIALI NEL PORTO DI CALA GALERA

Gentili soci della Marina di Cala Galera

Gentili titolari di esercizi commerciali nel porto di cala galera

Vi confermiamo che su mandato della ass.ne COMITAS che tutela le piccole e micro imprese, e di alcuni soci della Marina, lo studio legale Rienzi è intervenuto nel ricorso al Tar della Toscana e sarà presente alla udienza del 5 marzo p.v. dove si discuterà della domanda di sospensiva del provvedimento N. 1/2018 prot. n. 32915/2018 del 26.11.2018 con il quale il Comune di Monte Argentario ha annullato d’ufficio l’atto suppletivo del 25-05-2017 n. rep 1810 di rideterminazione della durata della concessione demaniale marittima n. 429 del 23.05.1977 in favore della Soc. Marina di Cala galera Circolo Nautico

Ogni proprietario azionista e/o svolgente una attività commerciale nel porto ha interesse a intervenire (la ammissibilità dell’intervento adesivo dipendente è pacifica – e comunque consente di portare nel giudizio tutte le difese – salvo che per chi possa impugnare autonomamente l’atto) ad adiuvandum nel procedimento dinanzi al TAR, avendo subito danno a causa dell’annullamento della rideterminazione da 50 a 80 anni della durata della concessione portuale, poiché alla data del 18 Giugno 2020 potrebbe dovere abbandonare il posto perdendo tutte le risorse impiegate ed il tempo investito per  il mantenimento e la gestione del posto barca, nonché il valore capitale dell’investimento effettuato.

Non di meno ciascuno potrebbe proporre autonomamente ricorso al TAR , entro 60 gg dalla effettiva conoscenza del provvedimento e con tale atto chiedere anche il risarcimento dei danni patrimoniali e non subìti dall’atto.

Analogamente è possibile proporre ricorso straordinario al Capo dello Stato (analogo al ricorso al TAR) entro 120 gg. dalla conoscenza effettiva dell’atto.

Preciso che l’atto in questione non risulta pubblicato ragion per cui in teoria il termine del ricorso non decorre fino a che tale pubblicazione o comunicazione effettiva (anche da parte di terzi) avvenga verso voi soci.

Per intervenire e proporre ricorso è possibile rivolgersi ad un proprio avvocato di fiducia.

Tutte le comunicazioni saranno date poi dallo studio legale tramite mail.

Ma chi voglia proporre ricorso autonomo- nei termini sopra detti, o quelli più ampi previsti per il solo risarcimento – anche con richiesta dei danni può contattare personalmente l’avv. dello studio, Vincenzo Rienzi, al numero 3383241830 per maggiori chiarimenti e concordare modalità e costo che ovviamente dipenderà dal numero dei richiedenti e dalla possibilità di proporre un ricorso collettivo per più soci aventi analoghe posizioni.

Rammento che per la tutela dei propri diritti presenti, ma anche futuri, ogni interessato danneggiato dovrà proporre ricorso singolarmente, sia pure in forma collettiva, poiché- salvo che un eventuale annullamento cada su un atto generale con efficacia quindi erga omnes- il ricorso ha effetto, e questo vale in assoluto con riferimento a chi voglia richiedere, come sembra giusto, il ristoro dei danni subiti e subendi, solo per chi agisce personalmente in proprio.

Intanto lo Studio legale – certo di fare un utile servizio ai soci pubblica oggi sul sito dello studio e di COMITAS il provvedimento di rideterminazione della durata della concessione da 50 a 80 anni emesso in data 25 Maggio 2017 ed il successivo provvedimento – ora impugnato al TAR- che ha inopinatamente disposto l’ annullamento di ufficio dello stesso in data 26 Novembre 2018.

Sugli stessi siti pubblichiamo la lettera inviata oggi 25 febbraio al Sindaco di Monte Argentario per chiedere un incontro urgente.

Vi informo che è stato anche presentato, sempre oggi, un esposto penale sulla vicenda alla Procura della Repubblica e alla Banca d’Italia in relazione alla strana mancanza di trasparenza del procedimento attuato dal Comune di Monte Argentario, che ha messo in condizioni solo pochi soggetti di conoscere la intenzione di annullare la rideterminazione ben nota, dato questo costituente informazione privilegiata che non poteva essere non esteso all’intero mercato azionario vertendosi in tema di azioni di una SPA sia pure non quotata in borsa.

Nei prossimi giorni, e precisamente il 4 di marzo, giorno antecedente la udienza di sospensiva al TAR della toscana cui lo studio sarà presente, troverete pubblicati sui siti la memoria difensiva dei soci rappresentati dallo studio Rienzi e la memoria delle controparti, Comune di Monte Argentario e altri, e subito dopo la udienza troverete sugli stessi siti notizia dei risultati della stessa.

Invio i migliori saluti

Roma- Monte Argentario 25.02.2019

Avv. prof. Carlo Rienzi

n.q. di procuratore difensore dei soci costituiti in difesa dei diritti dei soci di Cala Galera e di COMITAS

 

Potete leggere i provvedimenti suindicati cliccando sui relativi pdf e riceverete le istruzioni e la modulistica per aderire alle varie azioni compilando il modulo in calce.

scarica PDF1    scarica PDF2    scarica PDF3


1/03/2019 – Ecco la memoria deposita dal codacons in vista del l’udienza del 5/03 presso il Tar Toscana – scarica PDF4

5/03/2019 – Ecco la memoria deposita dal Comune di Monte Argentario in vista del l’udienza del 5/03 presso il Tar Toscana – scarica PDF5


 

COMITAS HA CERCATO LA SOCIETA’ CHE SECONDO IL COMUNE DI MONTE ARGENTARIO POTREBBE GESTIRE IL PORTO DI CALA GALERA. ECCO COSA HA TROVATO


articolo di giornale 1 articolo di giornale 2


BREVE RASSEGNA STAMPA SUL TEMA:

scarica PDF6       scarica PDF7


Nome e cognome o società:

Numero di azioni possedute della società marina di cala galera circolo nautico S.p.A.:

Esercizio commerciale sul porto:

Anno di acquisto delle azioni o di avvio del' attività commerciale:

I nostri uffici rimarranno chiusi dal 7 al 29 agosto

Menu Title