Tutela Legale Microimpresa

Comitas - Coordinamento Microimprese per la Tutela e lo Sviluppo

in collaborazione con

CRISI: 2 IMPRENDITORI SU 3 POTREBBERO NON VOTARE ALLE PROSSIME ELEZION

SONDAGGIO COMITAS: FORTE DELUSIONE NEI CONFRONTI DELLA POLITICA DA PARTE DELLE MICROIMPRESE

Tra 1250 microimprenditori intervistati da COMITAS (l’associazione delle piccole e microimprese italiane) ben 850, oltre i due terzi, ad oggi non sa se andrà a votare alle prossime elezioni politiche.

I motivi di tanto scoraggiamento? La notevole probabilità che non cambi niente anche alla luce degli schieramenti che si stanno parando all’orizzonte elettorale. La sola novità di Grillo inquieta ancora di più; anche il voto di protesta – spiega infatti Comitas – sembra inutile, visto che la vecchia guardia ancora domina il panorama.

I principali timori dei piccoli imprenditori emersi dal sondaggio riguardano le istituzioni, che continueranno a funzionare male; la giustizia, che rimarrà lenta e costosa anche per il fallimento della mediazione; la pubblica amministrazione non si aprirà alle reali esigenze dei piccoli, cittadini e imprenditori; la politica economica rimarrà succube della finanza speculativa; i forti saranno sempre più forti e i privilegiati rimarranno arroccati sui loro vantaggi ingiusti.

Chi lavora duramente in piccole botteghe o laboratori artigianali non crede in massa al rinnovamento istituzionale – spiega ancora Comitas, illustrando i risultati del sondaggio – quindi non ritiene possibile la ripresa reale dell’economia e l’equità promessa. La questione fiscale e la mancanza di lavoro per i giovani sono temi ricorrenti per tutti. Non ci sarà consenso senza cambiamenti seri e concreti che nessuno finora sembra saper garantire.

I nostri uffici rimarranno chiusi dal 7 al 29 agosto

Menu Title