Tutela Legale Microimpresa

Comitas - Coordinamento Microimprese per la Tutela e lo Sviluppo

in collaborazione con

CRISI: -31.000 IMPRESE IN TRE MESI, PEGGIO DA 2004

COMITAS (MICROIMPRESE): E’ “STRAGE” DI IMPRESE FAMILIARI. ITALIA SEMPRE PIU’ VICINA ALLA GRECIA

Drammatici per Comitas, l’associazione delle microimprese italiane, i dati diffusi oggi da Unioncamere, secondo cui nei primi tre mesi 2013 il saldo tra aperture e chiusure di imprese è negativo per 31.000 unità.

Le imprese familiari, quelle che hanno svolto per anni il ruolo nascosto di ammortizzatori sociali e palestra di esperienze soprattutto per i giovani, sono le più colpite dalla crisi, e tra di esse si sta consumando una vera e propria “strage”, con l’aggravante ulteriore che per le nuove imprese familiari che hanno il coraggio di nascere non c’è spazio per il credito o per agevolazioni burocratiche e fiscali – afferma Comitas – Gli stessi dati forniti oggi da Unioncamere ci dicono che ad alimentare il record negativo di chiusure sono state le imprese artigiane, notoriamente a conduzione familiare. Un dato poco evidenziato è il rallentamento della crescita del comparto che è sempre stato la fucina di imprese consolidate; infatti due terzi delle imprese maggiori non sono nate grandi ma lo sono diventate, partendo da impresa familiare.

Questa è una prova concreta che stiamo consumando il futuro del nostro paese e compromettendo nuova occupazione, soprattutto giovanile – prosegue Comitas – Al ritmo di 31mila imprese chiuse a trimestre e senza interventi urgenti, l’Italia non solo si avvicina a passi da gigante alla Grecia, ma si candida a diventare il fanalino di coda d’Europa.

I nostri uffici rimarranno chiusi dal 7 al 29 agosto

Menu Title