Tutela Legale Microimpresa

Comitas - Coordinamento Microimprese per la Tutela e lo Sviluppo

in collaborazione con

CRISI: REDDITO SOCIETA’ CALA 8,8%, PESA CROLLO SETTORE FINANZA

COMITAS (MICROIMPRESE): LE PICCOLE ATTIVITA’ APRONO IL 2013 IN ROSSO. CALA IL CREDITO CONCESSO DALLE BANCHE

Mentre il reddito medio dichiarato dalle società nell’anno di imposta 2010 cala dell’8,8%, il 2013, a causa della stretta al credito da parte delle banche, si apre nel segno del rosso per la maggior parte delle microimprese italiane. Lo afferma Comitas, l’associazione delle piccole e microimprese italiane, commentando i dati del Ministero dell’Economia.

Uno studio condotto da Comitas e relativo alla prima decade di gennaio 2013, ha evidenziato che solo il 24% delle piccole aziende italiane non utilizza credito bancario: il 17% perché non ha merito per ottenerlo, e solo il 7% perché non ne ha bisogno.

Nonostante la morsa di Basilea 3 sia stata allentata, le azioni bancarie siano lievitate negli ultimi mesi dell’80% e i profitti ritornati quasi a livelli pre-crisi, il credito concesso dalle banche non aumenta, anzi diminuisce – prosegue Comitas – Nell’anno chiuso, a partire da maggio, per la quasi totalità delle microimprese oggetto dello studio il credito è diminuito costantemente, raggiungendo una media vicina al 10%; in particolare l’8% delle piccole imprese, sul fronte del credito, appare oggi in tensione-sofferenza; il 5% è incagliato; il 7% ha ristrutturato il debito. Il 63% delle microimprese ha invece chiesto per il 2013 nuovo credito per investimenti ma solo il 29% delle richieste ha trovato accoglimento.

Unica nota positiva è che il 22% delle microimprese italiane ha trovato finanziamenti privati, cioè in famiglia, presso amici o da altri imprenditori; la temuta invasione degli usurai pare scongiurata anche se, nonostante il riserbo ovvio, non appare diminuita rispetto alla media consolidata – conclude Comitas.

I nostri uffici rimarranno chiusi dal 7 al 29 agosto

Menu Title