Tutela Legale Microimpresa

Comitas - Coordinamento Microimprese per la Tutela e lo Sviluppo

in collaborazione con

Disoccupazione giovanile, nuovo record

Nella crisi, i giovani soffrono di piu’. Un annuncio che quasi non fa piu’ notizia, un allarme che non desta scalpore: la disoccupazione giovanile – secondo i dati raccolti a gennaio dall’Istat – fa segnare un nuovo record. Nel mezzo della crisi, il lavoro per i giovani sembra diventato un miraggio. Un altro mese nero. Su base provvisoria e destagionalizzata, nel gennaio scorso l’Istat ha rilevato un tasso di disoccupazione giovanile pari all’38,7%. Una crescita continua e costante, quella della disoccupazione, ma soprattutto giunta a segnare un nuovo record. I numeri dello scorso gennaio, infatti, sono i piu’ alti mai toccati dal 1992. Il mondo della disoccupazione. A livello assoluto, i disoccupati rappresentano ormai un esercito di 2 milioni e 999mila persone, con fila ingrossate del 3,8% rispetto a dicembre (+110 mila unita’). Se si considera l’andamento degli ultimi dodici mesi, il numero dei disoccupati e’ cresciuto addirittura del 22,7%, ossia di 554mila unita’.
Chiara l’analisi della situazione del mondo del lavoro che fa Comitas, associazione delle piccole e microimprese italiane, che all’agenzia Ansa ha dichiarato: “Il record di disoccupati registrato in Italia, e’ la diretta conseguenza della pesante crisi economica attraversata dalle microimprese nel nostro paese. Le 100mila attivita’ chiuse nel 2012 hanno alimentato il numero di disoccupati, attraverso inevitabili licenziamenti. E considerando le 250mila imprese che attualmente versano in stato comatoso, si prevede per il 2013 una nuova ondata di licenziamenti, che fara’ crescere i numeri gia’ abnormi diffusi oggi dall’Istat”.

Link: http://www.lastampa.it/2013/03/01/economia/finanza/finanza-personale/disoccupazione-giovanile-nuovo-record-V1a1NCvGWjHHsQzQwIw0mK/pagina.html

Fonte: La Stampa

I nostri uffici rimarranno chiusi dal 7 al 29 agosto

Menu Title