Tutela Legale Microimpresa

Comitas - Coordinamento Microimprese per la Tutela e lo Sviluppo

in collaborazione con

IL RISPARMIO PUNITO DALLO STATO

Il Tribunale civile di Vicenza, con una sentenza del marzo 2018, ha stabilito che spetta a Intesa San Paolo risarcire un azionista di Veneto Banca. Un mese prima in sede penale il Giudice di Vicenza, in via preliminare, al contrario, ha escluso Intesa San Paolo dal risarcimento degli investitori di Popolare di Vicenza; ancora un mese prima  il Giudice di Roma, sempre in via preliminare ha aperto  la strada al coinvolgimento di Intesa San Paolo per rispondere dei danni subiti dagli investitori Veneto Banca.
Eppure Veneto Banca e Bpvi sono state poste in Liquidazione coatta amministrativa per le stesse ragioni e con la stessa procedura (Dl 99/2017 decreto salva banche venete); è stata prevista per entrambi la cessione per la parte sana a Intesa San Paolo; il prezzo di 1 euro parla da solo, si tratta di un regalo e di una sconfortante violazione dei principi del diritto, in termini di procedure liquidatorie fallimentari. Appare incredibile che una legge consenta di lasciare a bocca asciutta i creditori, gli azionisti e obbligazionisti subordinati.
Se Intesa San Paolo venisse chiamata a rispondere dei danni, contraddicendo l’assunto del Dl 99/2017, l’accordo di acquisizione potrebbe saltare rendendo assai problematico ritornare indietro, visto che i conti “buoni” sono stati già acquisti. I risparmiatori si trovano di fronte ad un conflitto tra valutazioni giudiziarie e rischiano di venir ulteriormente spennati per seguire ondivaghe azioni legali. Una vergogna di Stato, anche perché le punizioni esemplari a carico sono tutte lontane da concretizzarsi.

I nostri uffici rimarranno chiusi dal 7 al 29 agosto

Menu Title