Tutela Legale Microimpresa

Comitas - Coordinamento Microimprese per la Tutela e lo Sviluppo

in collaborazione con

L’AUMENTO DEL PIL PUÒ CAUSARE LA DIMINUZIONE DEI CONSUMI

Nei Paesi Ocse (35 partecipanti che rappresentano l’economia avanzata del globo) le persone fisiche hanno subito, negli ultimi 10 anni, un aumento della pressione fiscale del 6% (dati di Kpmg), mentre per le imprese è scesa del 5%. Per le grandi corporazioni multinazionali l’alleggerimento è ulteriormente salito al 9%.
In particolare l’Italia, dal 1° gennaio 2017, ha ridotto dal 27,5% al 24% l’Ires, l’imposta sul reddito delle imprese; a confronto gli USA hanno adottato una riforma fiscale diminuire la “corporate tax” dal 35% al 21%.
Le Imprese portano lavoro e per questo è nata la competizione per attrarle. Secondo il Financial Times, le maggiori multinazionali mondiali hanno conquistato risparmi fiscali per un terzo del totale. La compensazione dei minori introiti è stata raggiunta aumentando l’IVA che è passata da una aliquota media del 17,6% nel 2008 al 19,2% nel 2015.
Questa politica agevolativa certamente concorre all’aumento dell’attrazione di Imprese e quindi all’aumento del PIL; l’effetto collaterale è che i più piccoli, imprese e cittadini, pagano di più. Potrebbe risultare addirittura dannoso un aumento del PIL mente diminuisce la disponibilità di risorse da destinare ai consumi.

I nostri uffici rimarranno chiusi dal 7 al 29 agosto

Menu Title