Tutela Legale Microimpresa

Comitas - Coordinamento Microimprese per la Tutela e lo Sviluppo

in collaborazione con

Le luminarie sfidano la crisi

«In 5 anni dimezzate le luminarie e gli addobbi natalizi lungo le strade. Comuni e negozi non hanno più soldi?. Questa affermazione è di Comitas, coordinamento microimprese per la tutela e lo sviluppo, associazione delle piccole e microimprese. Comitas si riferisce al Natale in Toscana. «Anche in questa regione ? scrive l’ associazione ? negli ultimi anni abbiamo assistito ad una progressiva riduzione degli addobbi e dell’ illuminazione natalizia lungo le strade, fenomeno che quest’ anno raggiungerà il suo apice. LE CASSE dei comuni, com’ è noto, sono vuote e ancor di più lo sono quelle delle piccole imprese del commercio, attività che a causa della riduzione dei consumi da parte delle famiglie stanno chiudendo in massa. La situazione di crisi dei negozi e dei Comuni in Toscana porterà quest’ anno ad un’ ulteriore riduzione delle luminarie e degli addobbi natalizi, al punto che rispetto a 5 anni fa si registrerà un vero e proprio dimezzamento degli allestimenti e dell’ illuminazione di Natale». Un quadro a tinte fosche che minaccia di rendere opaco lo scenario delle feste in molte località toscane. Ma quanto affermato da Comitas sul Natale in Toscana rispecchia anche la situazione di Montecatini? Secondo Claudio Chimenti, presidente del Centro commerciale naturale, la risposta è no. La città, nonostante il periodo di crisi, potrà offrire un’ atmosfera natalizia brillante, segnando una vera e propria controtendenza rispetto alla situazione di crisi, grazie all’ impegno congiunto di amministrazione e commercianti che scongiura il configurarsi di un Natale all’ insegna dell’ austerity. «MI INTERESSO delle luminarie e degli allestimenti natalizi di Montecatini da un decennio ? ricorda Chimenti -. Negli ultimi sei anni lo faccio in veste di presidente del Ccn. La città non ha mai rinunciato alle luminarie, offrendo sempre dei gradevoli allestimenti di Natale. Quest’ anno non farà eccezione, nonostante la crisi. In quattro giorni ho già raccolto più del 60% di adesioni di commercianti, in numero superiore rispetto all’ anno passato di questi stessi tempi. Ho 20 ?capivia’ che stanno raccogliendo nuove adesioni ogni giorno. Certo ? sottolinea ? luminarie, allestimenti e musica non sono in stile austerity solo perché il Comune ci dà un forte contributo. In questo momento di crisi, non potevamo chiedere al commercio cittadino sacrifici ulteriori. PER UN PROGETTO di Natale complessivo da 70mila euro, l’ amministrazione copre una grossa fetta della cifra. I circa 400 commercianti che partecipano pagano 120 euro più iva a quota. Di più non avremmo potuto chiedere. Il Comune ? aggiunge ? ci dona anche 10mila ore di sosta gratuita, ovvero 5mila tagliandi da due ore l’ uno. Un motivo in più per venire a fare shopping a Montecatini nel periodo delle feste». Lo scenario per festeggiare in aperta sfida alla crisi, dunque, a quanto pare, non mancherà. L’ accensione delle luminarie avverrà sabato 30 novembre e durerà fino a Befana. Valentina Spisa.

Fonte: La Nazione

I nostri uffici rimarranno chiusi dal 7 al 29 agosto

Menu Title