Tutela Legale Microimpresa

Comitas - Coordinamento Micro-Piccole Imprese per la Tutela e lo Sviluppo

LE STRADE OBBLIGATE DELL’ECONOMIA SOSTENIBILE

L’azione concreta per un’economia sostenibile deve percorrere tre strade: ricreare equilibri climatici, sociali e produttivi. Ancora oggi si parla troppo e di agisce poco.
Il clima ha bisogno di azioni urgenti e concrete per ridurre l’effetto serra, l’inquinamento e lo sfruttamento delle risorse naturali, soprattutto fossili; la società deve distribuire meglio le ricchezze prodotte e ascoltare con maggiore attenzione la voce dei cittadini e averne più rispetto; il mercato, che concentra il potere in multinazionali sempre più grandi, non può più crescere a danno delle libertà individuali e del bene comune, ma rigenerare etica e condivisione.
Sono queste le strade dell’economia sostenibile che vanno lastricate di norme e impegni concreti, oltre i principi; ora sono sentieri appena tracciati; i cittadini ne sentono parlare, alcuni vanno pure in piazza per chiederne l’affermazione; i progressi sono accennati e sembrano più dei palliativi. Le Imprese s’impegnano a dimostrare la loro attenzione al futuro, la finanza annuncia l’impegno a privilegiare investimenti in attività sostenibili, la politica si affanna a prendere impegni con enfasi risoluta, rimasti puntualmente dichiarazioni di facciata, senza iniziative avviate con effetti utili.
Siamo ai preliminari di una nuova stagione che potrà concretizzarsi se tutti diventano attori del cambiamento, con azioni praticate e incisive, coordinate e continue. Se tutti si rendono conto che ciascuno deve fare la sua parte, anche cambiando abitudini consumiste insensate, il sentieri appena tracciati diventano autostrade che portano al futuro delle prossime generazioni.
L’esigenza di fondo è una vera e propria rivoluzione culturale capace dare alla politica il consenso per prendere decisioni impegnative, impopolari nella logica populista, che servono per dare vita alla transizione verso l’economia sostenibile.
La politica oggi, infatti, non è lungimirante, presenta programmi ragionando per elezione dopo elezione.
Intanto il clima accende tempeste improvvise che fanno danni inconsueti, la società comincia a ribellarsi organizzando tumulti di piazza, i giovani perdono speranze per il loro futuro.

I nostri uffici rimarranno chiusi dal 7 al 29 agosto

Menu Title