Tutela Legale Microimpresa

Comitas - Coordinamento Microimprese per la Tutela e lo Sviluppo

in collaborazione con

Morire di crisi: ancora suicidi

L’elenco di chi si toglie la vita perchè sommerso dai problemi si allunga. Senza decisioni serie il dramma si trasformerà in tragedia.
Comitas, l’associazione delle microimprese italiane, sostiene che ormai siamo di fronte ad una vera e propria “emergenza nazionale”.
L’ultima persona ad essere stata uccisa dalla crisi è una donna di 55 anni di Bologna. Era scomparsa due giorni fa da casa e il suo cadavere è stato restituito ieri dal mare a Gabicce Mare, in provincia di Pesaro.
La signora ha lasciato nella sua auto alcune lettere nelle quali spiegava di non poter più resistere mancanza di un lavoro.
Sabato per lo stesso motivo un operaio di 38 anni si è impiccato nella sua abitazione di Isola Liri, nel Frusinate. Non ce la faceva più a pagare i debiti.
Un alto uomo, di 62 anni, il titolare di una piccola azienda ortofrutticola sempre sabato si è tolto la vita nella sua abitazione di Torino.
La sua compagna ha raccontato alla polizia: “Non ce la faceva più, diceva che voleva farla finita. Aveva bisogno di aiuto, ma non l’ha avuto…”.
Il Comitas in un comunicato avverte: “Non c’è più tempo da perdere: lo Stato deve intervenire garantendo assistenza, non solo economica ma anche psicologica, ai tanti piccoli imprenditori schiacciati dalla crisi, e che possono compiere gesti estremi come il suicidio”.
Ma partiti, vecchie e nuovi, sono paralizzati in Parlamento da veti incrociati.

Link: http://www.inviatospeciale.com/2013/04/morire-di-crisi-ancora-suicidi/

Fonte: Inviato Speciale

I nostri uffici rimarranno chiusi dal 7 al 29 agosto

Menu Title