Tutela Legale Microimpresa

Comitas - Coordinamento Microimprese per la Tutela e lo Sviluppo

in collaborazione con

Pisa, imprenditore 65enne si uccide in azienda per la crisi

Un imprenditore di 65 anni è stato trovato morto nella sua azienda di Santa Croce sull’Arno, un comune in provincia di Pisa. Secondo le prime informazioni pervenute, l’uomo si sarebbe ucciso a causa dei gravi problemi economici che lo tormentavano da tempo. Avrebbe lasciato un biglietto per spiegare le motivazioni del disperato gesto, in cui si citano i forti problemi di natura economica come causa del suicidio. Il corpo senza vita del titolare dell’azienda è stato trovato questa mattina da alcuni suoi dipendenti, appena arrivati sul posto di lavoro. L’imprenditore era il proprietario di una azienda di prodotti chimici per il settore conciario. Sul posto sono intervenuti i carabinieri per ricostruire la dinamica dell’accaduto.
Sono ormai mesi che le pagine di cronaca sono riempite da notizie di suicidi di imprenditori o dipendenti che hanno perso il lavoro a causa della crisi: solo pochi giorni fa quattro persone si erano tolte la vita a causa di problemi economici. In ginocchio per la crisi anche un noto albergatore di Lipari, Edoardo Bongiorno, che aveva deciso di togliersi la vita a causa dei debiti che lo soffocavano. Una emergenza nazionale quella dei fallimenti delle imprese (e della serie di suicidi ad essi collegati) secondo Codacons e Comitas (Coordinamento che rappresenta e tutela le piccole imprese) che chiedono misure atte ad arginare il fenomeno: in primis una dilazione immediata di 24 mesi dei debiti fiscali a carico di piccole e medie imprese. Secondo i dati diffusi dalle associazioni sarebbero ben 3000 le procedure di fallimento registrate nel primo trimestre di quest’anno.

Link: http://www.net1news.org/cronaca/pisa-imprenditore-65enne-si-uccide-in-azienda-per-crisi.html

Fonte: Net1News

I nostri uffici rimarranno chiusi dal 7 al 29 agosto

Menu Title