Tutela Legale Microimpresa

Comitas - Coordinamento Microimprese per la Tutela e lo Sviluppo

in collaborazione con

CREDIT CRUNCH, si traduce “IL CANE CHE SI MORDE LA CODA”!

Il credit crunch c’è e l’Italia da anni ha un forte gap nei confronti degli altri paesi. Le banche non si sa dove hanno messo i loro soldi. Senza denaro a prestito non si investe, non si cresce, non si pagano i debiti, non si crea occupazione. Un circolo chiuso. Si parla di tutto, di rivedere la spesa di tagliare gli sprechi, di legge elettorale, di alleanze di grillini ecc ecc, va bene! Ma se sale la disoccupazione, soprattutto giovanile, si compromette presente e futuro insieme. Due sole parole servono alla politica economica, tanto per cominciare: credito e semplificazione, cioè dare benzina e leggerezza al sistema. Occorre attrarre investimenti dall’estero per migliorare, dobbiamo pensare a cosa possiamo fare per attrarre imprenditori esteri, dobbiamo dare coraggio e forza a chi vuole intraprendere.
La stretta creditizia non riguarda solo l’offerta ma anche la domanda. Ci sono tre ragioni per cui le banche non fanno prestiti: per l’avversione al rischio, per l’insufficienza di capitale, per le difficoltà di raccolta”. Ne consegue un’offerta sempre più selettiva.
Anche la domanda è fiacca, non quella dei riposizionamenti o dei consolidamenti, tipici della crisi; è ridotta anche quella degli investimenti; insomma il cavallo non beve anche perché sa che c’è poca acqua.

I nostri uffici rimarranno chiusi dal 7 al 29 agosto

Menu Title