Tutela Legale Microimpresa

Comitas - Coordinamento Microimprese per la Tutela e lo Sviluppo

in collaborazione con

BANCHE: IL BUCO NERO DEI RISPARMI

Nonostante il sostegno straordinario della BCE-Banca Centrale Europea al sistema bancario le piccole imprese italiane sono in seria difficoltà. Dove è finita la enorme liquidità messa a disposizione all’1%, ora allo 0,75%? Bankitalia sostiene il credito alle aziende è sceso dello 0,4% e che i tassi d’interesse sui prestiti sono tra 4,70 e 5,30%. Il Centro Studi Codacons-Comitas ha invece accertato, verificando direttamente presso un campione di 750 piccole aziende, che il credito alle piccole aziende è sceso del 18,6% e che i tassi d’interesse sui prestiti ammontano tra 6.80 e 9,3%, con punte oltre il 12% nel 14% dei casi. Sempre Bankitalia indica nel 15% l’incremento delle sofferenze; per Codacons-Comitas le sofferenze sono oltre il 25%, chiarendo che le banche chiedono rientri immotivati al solo scopo di aumentare gli interessi, mettendo in crisi aziende sane. Continuando così, secondo il Centro Studi, entro l’anno chiuderanno oltre 500.000 aziende mentre quelle di nuova costituzione non potranno sostituirne tanto l’occupazione quanto il giro d’affari.
La macchia economica si sta fermando e nessuno se ne occupa concretamente.
I finanziamenti a medio termine sono praticamente fermi e non all’80% come dicono i dati diffusi; i mutui immobiliari sono scesi del 45% nella sostanza perché le banche non danno risposte, le rinviano anche con motivazioni pretestuose, riducono le stime e la percentuale di erogazione sul valore così da “parcheggiare” molte richieste: quindi la diminuzione sarebbe ben maggiore se si considerassero negate quelle “parcheggiate”.
Dove sono finiti i risparmi delle famiglie, visto che i crediti concessi sono di gran lunga inferiori ai depositi? La tendenza è che mentre i crediti diminuiscono i depositi aumentano del 2% e la raccolta obbligazionaria del 11,4%. Insomma, nonostante i prelievi presso la BCE e il risparmio incamerato le banche si comportano in maniera oscura e pericolosa mettendo i soldi in un buco nero.

I nostri uffici rimarranno chiusi dal 7 al 29 agosto

Menu Title