Tutela Legale Microimpresa

Comitas - Coordinamento Microimprese per la Tutela e lo Sviluppo

in collaborazione con

REQUISITI, CODICE ETICO DI AUTOREGOLAMENTAZIONE E BILANCIO SOCIALE

IDENTITA’ DELL’AZIENDA
1.0 L’Azienda deve rendere costantemente reperibili tutte le informazioni necessarie per l’identificazione della società o della persona fisica titolare dell’Impresa.
Su questa base, anche per un sito internet di presentazione aziendale, è necessario puntualizzare una identità chiara dell’impresa che vi si rappresenta.
In particolare:
1.1 Chiunque eserciti attività d’impresa, con l’impegno alla responsabilità sociale, deve rendere preventivamente pubblico il proprio codice etico e pubblicare periodicamente il bilancio sociale (di seguito specificati)
1.2 Per le persone giuridiche devono essere facilmente reperibili iscrizioni / registrazioni presso la CCIAA ed il REA o, nel caso di Aziende con sede legale nell’Unione Europea, presso le autorità di competenza;
1.3 Per le persone fisiche, o per i rappresentanti delle persone giuridiche, è necessario indicare almeno l’iscrizione all’albo professionale o qualsiasi altro titolo di riconoscimento idoneo a dimostrare le competenze richieste per l’esercizio di quella specifica attività;

RISERVATEZZA SUI DATI PERSONALI E DIRITTI DEL CONSUMATORE
2.0 L’Azienda deve pubblicare, in forma chiara e comprensibile, l’impegno a mantenere la riservatezza sui dati personali raccolti, le garanzie previste sui prodotti ceduti ed i servizi prestati, il diritto di recesso successivo alla conclusione degli accordi di compravendita, le esclusioni di responsabilità relative alluso dei prodotti o alla fruizione dei servizi ceduti. In particolare:
2.1 Ogni persona che ha interessi nell’ambito aziendale deve essere informata sull’attività svolta per poter liberamente scegliere se l’Azienda è idonea alle proprie esigenze ma anche ai propri principi etici; questo non deve comportare Alcun comportamento cautelativo o discriminatorio.
2.2 Ogni qualvolta vengono richiesti al consumatore i suoi dati personali, le iscrizioni a mailing list, a forum, newsgroup e analoghi, gli devono essere esplicitate: la normativa sulla privacy; le finalità della raccolta delle informazioni; gli utilizzi successivi delle informazioni raccolte; le modalità di cancellazione da parte del consumatore delle informazioni date; le eventuali cessioni a terzi dei dati del consumatore, potranno avvenire solo previa autorizzazione scritta dell’interessato.
2.3 Deve essere altresì esplicitato il diritto di recesso che tutela il consumatore qualora egli acquisti prodotti attraverso il sito internet, facilitandone l’applicazione;
2.4 Devono essere rese pubbliche le garanzie sui prodotti venduti, specificando ove ricorra, se le garanzie prestate dal venditore siano aggiuntive o meno, a quelle dovute dal produttore o dall’importatore;
2.5 Il consumatore deve essere messo a conoscenza dell’esistenza dei “cookies”qualora questi permettano l’identificazione personale (raccolta occulta dei dati) di colui che accede alle pagine web del fornitore. In questo caso il fornitore deve chiedere l’autorizzazione per l’utilizzo dei dati personali raccolti secondo le modalità descritte al punto (2.2.2).

ASSISTENZA
3.0 Il servizio di assistenza deve essere assolutamente veloce ed efficace, l’Azienda deve intervenire a soddisfare le esigenze di godimento del bene venduto o del servizio prestato in modo equo rispetto alle aspettative generate.
In particolare:
3.1 Deve intervenire nella eliminazione di tutti gli impedimenti che mettano in difficoltà il cliente nelle sue legittime aspirazioni nel trovarsi soddisfatto pienamente del suo acquisto;
3.2 Deve avere un efficiente servizio clienti operativo e funzionante, con persona di riferimento e/o modalità di contatto (telefono, fax, mail, sms ecc)
3.3 Rientra nell’assistenza l’informativa completa, trasparente e veritiera, sull’attività nei riguardi di chiunque avesse motivo di avere relazioni con la struttura aziendale nel suo complesso o con una sola parte.
3.4 Rientra altresì nell’assistenza l’indicazione del tempo di risposta alla richiesta d’intervento e la specifica delle prestazioni garantite (SLA – service level agreement)

CODICE ETICO 
4.0 Il Codice Etico è un insieme di parametri comportamentali per organizzare l’attività d’impresa nell’ambito sociale, integrandoli con quelli economici.
Il principio di fondo è lo sviluppo di standard volontari (basati sul consenso in un ottica globale che, peraltro, riconosce valori localistici peculiari di rilievo) e modelli flessibili (nel senso che l’implementazione è graduale, il rendimento è progressivo e l’allineamento con altri standard e modelli è possibile).
Nel Codice Etico vengono precisati, più particolarmente:
4.1 I valori da difendere e gli obiettivi da conseguire (socialmente rilevanti, economicamente sostenibili ed eticamente compatibili) nei riguardi di determinati gruppi d’interesse (gli stakeholders prima definiti)
4.2 I metodi di acquisizione e di gestione delle attività e di raccolta delle relative informazioni
4.3 I processi di ordinamento ed elaborazione, nonchè di definizione dei risultati e/o valutazione degli effetti
4.4 scopi e strategie del coinvolgimento dei gruppi d’interesse (stakeholders), compresi i programmi di attività specifica.

BILANCIO SOCIALE 
5.0 Il Bilancio Sociale descrive le attività svolte in applicazione del Codice Etico e rendiconta analiticamente i costi ed i relativi direttamente imputabili e che ne conseguono direttamente.
5.1 Come strumento di comunicazione nobilita le relazioni esterne e produce la fiducia collettiva, perché rafforza la valutazione sulla realtà aziendale attraverso le azioni d’interesse collettivo intraprese; amplifica inoltre la percezione positiva ed aumenta la legittimazione pubblica potenziando il consenso, quindi la fiducia e la disponibilità a facilitare l’aggregazione in comunità.
5.2 Come strumento di marketing agevola contatti qualificati, migliora l’attenzione, semplifica le relazioni, rafforza la fidelizzazione, concretizza maggiore consapevolezza della sua utilità non solo commerciale. Evidenzia spontaneamente concetti credibili di efficienza, qualità, esemplarietà oggettiva.

CONDIZIONI ETICHE ESSENZIALI 
6.1 Rispettare i diritti umani, con particolare riguardo alla condizione femminile ed all’istruzione minorile
6.2 Rispettare i diritti dei lavoratori, respingendo lo sfruttamento minorile e le discriminazioni di ogni tipo, salvaguardando le pari opportunità
6.3 Proteggere la salubrità del lavoro e dell’ambiente in cui si opera
6.4 Sviluppare un approccio precauzionale alle sfide ambientali
6.5 Preferire le tecnologie utili verso le attività produttive ed amichevoli verso l’ambiente

I nostri uffici rimarranno chiusi dal 7 al 29 agosto

Menu Title