Tutela Legale Microimpresa

Comitas - Coordinamento Microimprese per la Tutela e lo Sviluppo

in collaborazione con

Sardegna attonita per l’imprenditore che si toglie la vita

E così il numero delle vittime di Cleopatra sale a 18. Perché ai morti causati dall’alluvione che ha colpito il Nord- Est della Sardegna nella notte tra il 18 e il 19 novembre scorsi, ieri si è aggiunto il suicidio di Pasqualino Contu, un imprenditore 49enne di Orosei (Nuoro), che non ha retto all’angoscia per i danni subiti dalla sua azienda in seguito al passaggio del ciclone.
Ma forse il gesto di Contu, che lascia la moglie Lisa e tre figlie, più che a Cleopatra andrebbe attribuito alla crisi devastante che negli ultimi anni ha messo in ginocchio le piccole e medie imprese come la sua, che dà lavoro a 15 dipendenti.
Gli impianti della TreC–società specializzata in costruzione di prefabbricati di cemento armato fondata assieme al padre nel 1980 –erano stati sommersi dall’esondazione del fiume Cedrino e la stima dei danni consegnata al Comune arrivava a 1,2 milioni di euro. Non sono bastate le parole di incoraggiamento del sindaco: già messo in difficoltà dalla crisi e da alcune cartelle di Equitalia di cui stava per chiedere la rateizzazione, Contu si è tolto la vita ieri, impiccandosi. Profondo cordoglio è stato espresso dal presidentediConfindustria Sardegna, Roberto Bornioli: «Siamo sconvolti – ha detto–.Proprio ieri avevamo incontrato Pasqualino Contu in associazione durante un’iniziativa voluta per dare un supporto alle imprese devastate dall’alluvione ». Il timore, adesso, è che il gesto di Contu possa essere seguito da altri imprenditori, colpiti anch’essi dall’alluvione, ma soprattutto dalla crisi. «Assicuriamo loro che non li lasceremo soli –ha aggiunto Bornioli –Ma è fondamentale avere il pienosostegno delle istituzioni e della politica». Anche il Comitas, l’associazione delle piccole e microimprese italiane, lancia l’allarme: «Purtroppo sono migliaia le microimprese sarde cancellate di netto dall’alluvione che ha devastato il territorio – spiegano dall’associazione. Il maltempo delle settimane scorse ha dato il colpo di grazia ad un settore in gravissima difficoltà». Anche il presidente della Regione Sardegna, Ugo Cappellacci, aveva conosciuto Contu durante un sopralluogo nelle zone colpite dall’alluvione: «In questi momenti – ha detto Cappellacci – le parole non servono. Di fronte aundrammaumanoche arriva dopo il dramma che ha colpito interecomunità,l’unica cosa da fare è raccoglierci in silenzio e stringerci alla famiglia dell’imprenditore

Fonte: Il Sole 24 Ore

I nostri uffici rimarranno chiusi dal 7 al 29 agosto

Menu Title