Tutela Legale Microimpresa

Comitas - Coordinamento Microimprese per la Tutela e lo Sviluppo

in collaborazione con

Spending review/ Codacons: 53% italiani vuole abolire le Province e 44% cancellerebbe le regioni: dato influenzato dagli scandali

Secondo un sondaggio di Codacons e Comitas (campione di 2.950 soggetti, rappresentativo dei cittadini, dei piccoli imprenditori e dei professionisti) il 53% degli italiani è favorevole all’ abolizione di tutte le Province italiane, mentre il 35% che non è affatto d’ accordo con tale proposta (il 12% ha risposto ‘non so’). “Ma il dato più interessante emerso dalla ricerca – spiegano Codacons e Comitas – è che tra abolire le Regioni o le Province, gli italiani preferirebbero cancellare le prime. Il 44% del campione, infatti, abolirebbe le Regioni, contro il 37% di coloro che hanno indicato le Province. Solo il 5% cancellerebbe entrambi gli enti. Questo dato è sicuramente influenzato dagli ultimi scandali che hanno visto coinvolte alcune regioni italiane, all’ interno delle quali si sono verificati sperperi di denaro pubblico se non veri e propri furti dei soldi dei cittadini”. “Sono state poi sottoposte al campione due innovative proposte (emerse nell’ ambito della ricerca ‘L’ Italia che vogliono gli italiani’) finalizzate a razionalizzare e ottimizzare competenze e prestazioni: fondere Province, Camere di commercio e Prefetture e limitare le Regioni a sole 4 Macroregioni (Nord Ovest, Nord Est, Centro Nord, Centro Sud, Sud). Sull’ accorpamento di Province, Camere di Commercio e Prefetture, il 57% dice sì, il 25% no, il 18% non so. Sull’ accorpamento delle Regioni in quattro Macroregioni, il 63% dice no, il 29% sì, l’ 8% non so. Il 65%, poi, ritiene poco utili e sopprimibili le Camere di Commercio, mentre il 53% ritiene necessario anche lo snellimento dell’ apparato ministeriale”.

link: http://notizie.virgilio.it/notizie/cronaca/2012/11_novembre/18/spending_review_codacons_53percento_italiani_vuole_abolire_le_province,37263454.html?pmk=rss

Fonte: Virgilio notizie

I nostri uffici rimarranno chiusi dal 7 al 29 agosto

Menu Title