Tutela Legale Microimpresa

Comitas - Coordinamento Microimprese per la Tutela e lo Sviluppo

in collaborazione con

UN ALTRO BALLETTO SUL LAVORO

Continua con il “Decreto Dignità” l’aumento di confusione per gli imprenditori alle prese con incessanti normative correttive ed integrative, modificative ed interpretative. Già è difficile produrre e maturare profitto; aggiungiamo le preoccupazioni per l’eventuale riaccendersi dei contenziosi e l’ulteriore aggravio di costi burocratici. Quale può essere il beneficio per i lavoratori?
Era davvero necessario interferire nella lenta e faticosa ripresa? Proprio nel mercato del lavoro dove il sommerso non riesce ad emergere, sopratutto per le attività minori.
Il decreto apporta incertezza e confusione sulla applicazione dei contratti a termine, con un aggravio dei contributi al rinnovo. Quindi una penalizzazione per chi dà lavoro confermandolo.
Ora occorre puntualizzare nel contratto la causale, difficile sopratutto per i ruoli flessibili e pluriformi tipici delle microimprese, in particolare per le somministrazioni e le attività stagionali.
Per non parlare degli indennizzi sui licenziamenti, mina nascosta che minaccia anche i contratti a tempo indeterminato a tutele crescenti, reinserendo di fatto il peso dell’articolo 18, che prima non riguardava le piccole aziende.
Questo tipo di decreto, come ogni decreto, non crea occupazione, ne complica l’affermazione.

I nostri uffici rimarranno chiusi dal 7 al 29 agosto

Menu Title