Tutela Legale Microimpresa

Comitas - Coordinamento Microimprese per la Tutela e lo Sviluppo

in collaborazione con

  • EMIGRAZIONE OSCURATA

    Negli ultimi due anni sono espatriati due milioni di italiani con un aumento di quasi il 65 per cento; all’inizio del 2018 l’anagrafe degli italiani all’estero (AIRE) conta in totale oltre 5 milioni di iscritti, erano poco più di tre milioni nel 2006, occupando l’ottavo posto nella classifica mondiale dei migranti; oltre la metà sono […]

  • LA FATTURAZIONE ELETTRONICA…BUCATA

    In teoria sembrerebbe un’idea vincente: mettere in relazione stretta chi vende e chi compra chiude il cerchio e accerta che, chi non lo chiude, evade. In pratica emergono molti dubbi. Prima di tutto la complessità; già nei primi giorni il sito dove vengono raccolte le transazioni è in affanno e si blocca. Perché non si […]

  • POVERTÀ NERA

    In Italia si parla molto del debito pubblico, della povertà e della disoccupazione che crescono; della bassa produttività e anche dell’immigrazione selvaggia. Non si parla del reddito, della ricchezza e del lavoro, tutti e tre al nero; neanche degli immigrati che fanno i lavori più faticosi e senza i quali si fermerebbe l’economia e il […]

  • DIRITTI E DOVERI ALLA PARI, DI PARI PASSO

    Molti giovani hanno dimenticato che nulla è dovuto, facile, scontato, sicuro; la vera chiave del successo sono l’impegno, il sacrificio, la passione; il benessere e la protezione familiare possono creare disagi competitivi difficili da combattere. Solo il buonsenso crea le condizioni per trovare e adottare scelte equilibrate. Quello che conta è creare valore senza toglierlo […]

  • UN PIANO PER LA CRESCITA

    Un piano per la crescita deve focalizzare i settori a cui dedicare le maggiori attenzioni, sviluppando, accanto ai settori strettamente strategici, i settori in cui la storia e la realtà italiana ha più possibilità di progredire, affermarsi, rimanere competitiva. I giovani e le donne (per altro più istruite degli uomini) devono essere supportati a liberare […]

  • LA FLEXSECURITY

    Occorre trasformare le politiche del lavoro da assistenzialiste ad attive, applicando i principi responsabilizzanti della flexsecurity (flessibilità e sicurezza). In caso di licenziamento il lavoratore deve aver diritto a tutele ben precise: una indennità di licenziamento pari al TFR e l’assistenza di una Agenzia efficiente che possa ricollocarlo anche attraverso una riqualificazione conforme alle reali […]

  • L’ITALIA NON SA ACCREDITARSI IN EUROPA NEL MODO GIUSTO

    I titoli illiquidi, meglio conosciuti come tossici, che ristagnano nel bilanci delle banche europee, sono quasi 7.000 miliardi; tre quarti di questi appartengono a Banche francesi e tedesche. Si tratta di titoli atipici, opachi, senza un mercato ufficiale dove trattarli, senza valore accertato ma stabilito unilateralmente dalle Banche che li possiedono, quindi fuori controllo da […]

  • LO SPREAD SALE PERCHÈ IN ITALIA “C’È POLPA DA AZZANNARE”

    I risparmiatori e le imprese italiane pagano il conto del malgoverno bancario così come le banche italiane pagano il conto delle loro incapacità di saper stare al tavolo dell’Europa e difendersi dalle speculazioni. Le sofferenze italiane sono sotto accusa ma nessuno evidenzia i derivati e titoli opachi che sono nascosti nei patrimoni europei, sopratutto tedeschi […]

  • ALLA RADICE DEL CAMBIAMENTO

    L’innovazione sociale può determinare il cambiamento della politica sole se ritrova il giusto equilibrio tra l’interesse singolo e quello collettivo, tra il bene comune e quello privato, tra il benessere pubblico e quello individuale. Questa non è una crisi ciclica, ma una crisi strutturale che segna una svolta economica e sociale, frutto di mutamenti e […]

  • LA BUSSOLA DEL CONSENSO

    L’equilibrio tra politica e società (che la politica dovrebbe rappresentare), tra economia e bisogni (che l’economia dovrebbe tutelare), tra diritto e giustizia (che il diritto dovrebbe garantire), tra padri e figli (che i padri dovrebbero assicurare) è diventato precario. “Stavamo meglio quando stavamo peggio”, si dice sempre così ad ogni epoca che cambia, quando mutano […]

I nostri uffici rimarranno chiusi dal 7 al 29 agosto

Menu Title