Tutela Legale Microimpresa

Comitas - Coordinamento Microimprese per la Tutela e lo Sviluppo

in collaborazione con

  • CREDIT CRUNCH, si traduce “IL CANE CHE SI MORDE LA CODA”!

    Il credit crunch c’è e l’Italia da anni ha un forte gap nei confronti degli altri paesi. Le banche non si sa dove hanno messo i loro soldi. Senza denaro a prestito non si investe, non si cresce, non si pagano i debiti, non si crea occupazione. Un circolo chiuso. Si parla di tutto, di […]

  • ABBASSANO IL COSTO DEL DENARO…CHE NON SI VENDE

    Poche volte nella storia dell’economia il denaro interbancario, che influenza quello alle imprese e alle famiglie, costa così poco. Eppure crollano le richieste, le famiglie hanno paura a indebitarsi e le imprese pure. La prudenza delle banche non trova sostegno dall’andamento delle insolvenze che, dal picco di tre anni fa, si è stabilizzato intono all’1,5% […]

  • MAMMA SEMPLIFICAZIONE

    La semplificazione burocratica favorisce l’ottimismo d’intraprendere e libera energie da destinare all’efficienza produttiva, quindi si deve partire da qui per attuare le riforme; perché le regole e le procedure devono servire a fare chiarezza e dare garanzie e non devono essere freno alle iniziative ma favorirle. Dalle semplificazioni vengono poi le riduzioni di impiegati inutili […]

  • COMPLICHIAMO ANCHE IL BASILARE

    In Europa si meravigliano dei decreti sulle rinnovabili che stanno per essere definitivamente varati sollecitando di rivedere alcuni punti chiave che regoleranno i meccanismi di incentivazione, invitando in particolare ad una semplificazione generale e all’eliminazione di oneri burocratici inutili. Analoga preoccupazione sulle procedure, decisamente da semplificare, a partire dall’iscrizione al registro degli impianti fino al […]

  • PRIVILEGI E PRIVILEGIATI NEL CALCIO

    Nel calcio i giocatori stranieri sono quasi la metà di quegli italiani ma giocano di più. In cinque anni sono aumentati di dieci volte, oggi sono 1.200. I giocatori stranieri hanno più lavoro di quelli italiani, come i nostri giovani disoccupati che sono meno degli immigrati occupati. Come pensiamo di mantenere la leadership nel settore […]

  • CULTURA E AGRICOLTURA, CENERENTOLE DELL’ECONOMIA

    Tanto la cultura quanto l’agricoltura dovrebbero essere nostri punti di forza da sviluppare; invece si pensa solo alle banche, alle grandi aziende e alle loro cassaintegrazioni. La cultura è in mano ad un Ministero obsoleto, con gente in parte brava ma sempre demotivata, non sensibile alla valorizzazione commerciale e chiusa nella tutela conservativa, con graduatorie […]

  • STUDIARE SEMBRA UN OSTACOLO PER LAVORARE

    Ci hanno sempre detto che lo studio è la chiave per trovare lavoro. Pare di no. Perché abbiamo studiato materie che non servono, perché le abbiamo studiate male (poca pratica e troppa teoria, perché l’ostruzione non è collegata al mondo del lavoro. Un terzo dei giovani in cerca di lavoro non lo trova, anche se […]

I nostri uffici rimarranno chiusi dal 7 al 29 agosto

Menu Title